Ensemble 1756, Salisburgo & Christophe Coin

Ensemble 1756
Ensemble 1756

Martedì 8. 9. 2015   20:00

Convento dei frati minori conventuali, Pirano

Programma:

  • Heinrich Franz Ignaz Biber: Serenata a cinque A 877a „Nächtwächter-Serenade“

Serenada - Allamanda - Aria - Ciacona („Nachtwächter“) - Gavotte - Retirada

  • Georg Christoph Wagenseil: Concerto per violoncello e archi in la magg. 

Allegro - Largo - Allegro moderato

  • Giovanni Batista Bononcini: Sinfonia in Fa magg. op. 3 N.1 (1685) 

Adagio - Allegro - Adagio - Vivace

-----------------------------------pavza-------------------------------------------

  • Giuseppe Tartini: Concerto per violoncello e archi in La magg. 

Allegro - Larghetto - Allegro assai

  • Laura Maddalena Sirmen: Sinfonia in re magg. 

Andantino - Allegro

 

Christophe Coin, violoncello

Uno dei più grandi interpreti della musica del barocco d’oggi. Ha concluso gli studi al Conservatorio di Parigi nella classe del prof. André Navarra. Contemporaneamente ha cominciato a suonare la viola da gamba e il violoncello barocco dal prof. Nikolaus Harnoncourt e prof. Jordi Savall.

Dal 1991 è il fondatore e il conduttore artistico dello “L’Ensemble Baroque de Limoges”. Da più di venti anni è il membro di Mosaiques quartetto. È stato premiato due volte con il premio “Gramophone Awards” per le opere di Haydn, Beethoven e Schubert. Come solista suona le opere di Haydn, Purcell, Marin Marais e Vivaldi dirette da famosi direttori d’orchestra: N. Harnoncourt, Gustav Leonhardt e Christopher Hogwood. Collabora con Patrick Cohen, Wieland Kuijken, Monica Huggett, Erich Hobarth e Hopkins Smith. Nella veste di direttore d’orchestra o solista si esibisce con prestigiose orchestre: Filarmonica di Berlino, l’Orchestre des Champs-Elysées, Concertgebouw di Amsterdam, Concertus Musicus Wien, l’Orchestra of the Age of Enlightenment, Academy of Ancient Music, Sydney Symphony Orchestra, Amsterdam Bach Solisten e le orchestre francesi.

 

Ensemble 1756

L’Orchestra 1756 è stata fondata nel 2006. Si dedicano all’interpretazione della musica del Settecento e dell’Ottocento su strumenti storici e hanno perciò un suono unico, arcaico.

Pratica continua e attività concertistica alla chiesa di San Carlo a Vienna hanno portato l’orchestra ad un suono omogeneo. Hanno anche una lunga storia di collaborazione con il coro Heinrich Biber. Entrambi si esibiscono a Salisbugo e anche a Vienna e Monaco di Baviera. In tre città l’Orchestra interpreta nel 2013 L’Oratorio di Natale di Bach e il Messia di Händel, mentre nel teatro Cuvelie di Monaco interpreterà l’opera Giulio Cesare di Händel. Nel 2014 l’Orchestra inizia la sua collaborazione con il noto violinista barocco Giuliano Carmignola. Fonte dell’ispirazione per il lavoro dell’Orchestra rimane comunque la musica di Mozart, il che è testimoniato dal loro nome – “1756”. Questa data rappresenta anche la nascita e il momento di svolta per l’inizio di un periodo unico nella storia della musica.