Ensemble “Sergio Gaggia”

Andrea Rucli
Andrea Rucli

Venerdì  3. 9. 2021   20:00

Convento dei Frati Minori Conventuali

 

 

Vincenzo Mariozzi, clarinetto
Francesco Mariozzi, violoncello
Andrea Rucli, pianoforte

Programma:

  • Giuseppe Tartini (1692-1770): Grave dal Concerto in Re maggiore per cello e pianoforte
  • Ludwig van Beethoven (1770-1827): Trio per clarinetto, violoncello e pianoforte in si bemolle maggiore, op. 11
  • Ludwig van Beethoven (1770-1827): Trio per clarinetto, violoncello e pianoforte in mi bemolle maggiore, op. 38 (dal Settimino op. 20)

 

Vincenzo Mariozzi, clarinetto

nato a Roma, ha studiato al Conservatorio di Santa Cecilia con Fernando Gambacurta. Dopo aver vinto nel 1967 il secondo premio al Concorso Internazionale di Ginevra, primo premio non assegnato, debutta come primo clarinetto solista nell'orchestra del Teatro Massimo di Palermo. Dal 1969 è primo clarinetto dell'orchestra dell'Accademia di S. Cecilia. Nel 1970 ha suonato nella World Synphony Orchestra. Ha al suo attivo registrazioni per la Rai e incisioni discografiche per la Nuova Era. Fra le sue interpretazioni più note c'è il Concerto per clarinetto e orchestra K 622 di Mozart, interpretato anche in occasione del Bicentenario Mozartiano al festival Europa Mozart Praha con l'Orchestra da Camera di Mantova. È stato fondatore e direttore artistico del Festival Ernico-Simbruino di FiuggiAnagni e titolare della cattedra di Clarinetto al Conservatorio di Santa Cecilia.

 

Francesco Mariozzi, violoncello

figlio d’ arte si è diplomato in violoncello con il massimo dei voti sotto la guida del M° N. Sarpe, ha continuato i suoi studi alla Hochschüle fur Musik di Würzburg. Si è perfezionato con artisti prestigiosi come Maisky, Gutman, Geringas, Perènyi, Meunieur, Palm, nonché presso importanti accademie quali “Stauffer” di Cremona, Università di Mainz, l’Accademia Chigiana di Siena, Hochschüle di Vienna.
Dal 2007 al 2012 è stato primo violoncello presso il Teatro Massimo Bellini di Catania.
Collabora con la attore Claudio Santamaria esibendosi in importanti festival teatrali in passato ha collaborato con altre importanti istituzioni, quali l’Orchestra Santa Cecilia di Roma e la prestigiosa Orchestra Filarmonica “Arturo Toscanini”, diretta da Maazel, nella quale ha ricoperto il ruolo di primo violoncello. È ospite, sia come solista che come camerista, di prestigiose istituzioni musicali come la Società del Quartetto di Firenze, il Festival dei Due Mondi di Spoleto, l’Institut Culturel Italien de Montreal, gli incontri Musicali di Fiesole, il Festival delle Nazioni di Portogruaro, il Festival di Pomposa, l’Associazione Filarmonica Umbra, spesso in duo con il pianista Bruno Canino.

 

Andrea Rucli, pianoforte

Andrea Rucli, pianista, suona da più di venticinque anni sia come solista, sia in svariate formazioni cameristiche, collaborando con figure di primo piano del concertismo internazionale. Ha partecipato a prestigiosi festival di musica da camera, tra cui quelli di Kuhmo in Finlandia (dove sarà ospite nel 2019 per la 15a volta), Portogruaro (per 10 edizioni), Teatro Olimpico Vicenza, del Sound Jerusalem in Israele, del Festival Pontino, del Cantiere di Montepulciano, della Societ. della Musica da Camera al Teatro dell’Ermitage di San Pietroburgo, dell’ Osnabrücker Musikfestival “Classico con brio” e dello Stiftfestival in Olanda.

Ha recentemente debuttato come solista con orchestra nella sala Brahms al Musikverein di Vienna. Nel gennaio 2010 e nel febbraio 2013 si è esibito per i “Concerti del Quirinale” in diretta radiofonica sul III canale RAI ed in circuito Euro Radio, presentando rispettivamente “La Pantomima Rinata”, produzione della Gaggia 2006, ricostruzione musicale di Vladimir Mendelssohn della Pantomima k446 di W. A. Mozart, con una commedia dell’arte appositamente scritta da Quirino Principe e un programma pensato per la giornata del Ricordo.