Il Trio Barocco di Salisburgo

Il Trio Barocco di Salisburgo
Il Trio Barocco di Salisburgo

Domenica 3. 9. 2017   20:00

Convento dei frati minori conventuali, Pirano

L'influenza del barocco italiano sul classicismo di Salisburgo 

Werner Neugebauer, violino barocco
Verena Laxgang, violoncello barocco
Ellen Braslavsky, cembalo 


Programma:

  • Antonio Vivaldi (1678 - 1741): Sonata per violino e b.c. op. 2 Nr. 10 in fa minore
  • Georg Philipp Telemann (1681 - 1767): Fantasia N 1 in Si bemolle magg per violino solo
  • Arcangelo Corelli (1653 - 1713): Sonata per violino e b.c. in mi minore op. 5 N 8
  • Georg Muffat (1653 - 1704): Partita per cembalo solo N 4 in re minore
  • Antonio Vivaldi (1678 - 1741):  Sonata per violoncello e b.c. in la minore op. 14, N 7, RV 44
  • Giuseppe Tartini (1692 - 1770): Sonata per violino e b.c. in si minore 
  • Leopold Mozart (1719 - 1787): “Frosch Parthia” per violino, violoncello e b.c. in Do magg.
  • Wolfgang Amadeus Mozart (1756 – 1791): Divertimento  à 3 in Si bemolle magg KV 254

 

Il Trio Barocco di Salisburgo

Il Trio Barocco di Salisburgo ha origine a Salisburgo, da dove provengono tutti e tre i musicisti che ne fanno parte. Dopo che ognuno di loro ha scoperto il proprio unico modo di interpretare la musica barocca, hanno in breve tempo progredito anche come gruppo musicale. L’alta qualità della loro educazione li ha certamente aiutati: tutti e tre si sono formati al Mozarteum di Salisburgo, ma anche la passione per l’estetica della musica barocca rende le loro performance un’esperienza speciale. Il nome fu scelto dal defunto conduttore e musicologo Nikolaus Harnoncourt, che diede una grande contribuzione allo sviluppo della prassi di interpretazione storica della musica a Salisburgo durante il suo tempo al Mozarteum, e ha direttamente o indirettamente influenzato le interpretazioni e il suono dei musicisti in questa istituzione.

Nonostante il breve tempo dalla formazione, l’ensemble si è già esibito con successo in diversi concerti in Austria e altri paesi europei.